Seleziona una pagina

Sei interessato ad utilizzare un diffusore di aromi ma vuoi saperne di più sul funzionamento, sui pro e contro, per fare la scelta giusta?

In questo breve articolo, ti forniamo le informazioni essenziali per comprenderne meglio il funzionamento, confrontando principalmente diffusori ad ultrasuoni, che sono  i più usati, e nebulizzatori.

I diffusori, sono piccoli dispositivi che spargono una fragranza pura di oli essenziali nell’aria. Possono essere usati anche senza oli come piccoli umidificatori.

Facilissimi da usare e da mantenere sono  essenziali per inalare un aria profumata, più pulita e con le proprietà benefiche proprie degli oli essenziali.

Esistono principalmente due tipi di diffusori elettrici: ad ultrasuoni e nebulizzatori.

Luci e Cose

Cos’è un diffusore ad ultrasuoni?


Si tratta di un dispositivo che sfrutta la corrente elettrica per generare una veloce vibrazione di un dischetto di ceramica  inserito nel contenitore d’acqua.

Questa vibrazione crea delle piccolissime onde nell’acqua, che frammentano gli oli essenziali in micro-particelle, più leggere e libere di sprigionarsi in giro.

Un beneficio  aggiunto legato ai diffusori ad ultrasuoni è che le micro molecole create dalle vibrazioni hanno una carica negativa e sono dunque  in grado di attrarre particelle dannose nel’ambiente e purificare l’aria.
Non c’è calore, non viene riscaldata l’acqua e bastano 6-10 gocce diffondere l’aroma per ore.

Come Funziona?


  1. Si riempie il contenitore di acqua aggiungendo qualche goccia di oli essenziali
  2. Si accende il diffusore e  le veloci vibrazioni create dal dischetto di ceramica iniziano ad agitare lievemente l’acqua creando delle piccole onde.
  3. Queste piccole onde frammentano gli oli essenziali diluiti in micro particelle che si volatizzano assieme alle particelle d’acqua.
  4. Questa separazione è quella che si percepisce come lieve  foschia che si diffonde nell’ambiente.
  5. Uno degli effetti di questa agitazione meccanica è inoltre una leggera carica elettrostatica negativa delle molecole volatili.
  6. La carica negativa attrae altre molecole caricate positivamente come radicali liberi sparsi nell’ aria che respiriamo, neutralizzandoli.

Perché usare un diffusore ad ultrasuoni?


Ci sono diversi modi di sfruttare le proprietà degli aromi degli oli essenziali, ma  non ce ne sono molti altri così  efficaci e sicuri.

Ad esempio, i diffusori a candela  rilasciano le essenze nell’aria riscaldandole, ma questo ne modifica la struttura molecolare vanificandone benefici terapeutici.

I diffusori  ad ultrasuoni invece non alterano la struttura molecolare delle essenze, sono sicuri, facili da usare, pulire e non richiedono manutenzione particolare.

Hanno  un sistema di dispersione più  efficiente che permette anche di umidificare  anche l’aria, specialmente in inverno ,quando, a causa del riscaldamento l’ambiente domestico  è più secco.

Luci e Cose

,Cos’è un Nebulizzatore?


Anche loro  sono dispositivi che sfruttano la corrente elettrica per generare una rottura delle particelle aromatiche e facilitarne la diffusione.

A differenza di altri diffusori, I nebulizzatori non richiedono acqua. Questi diffondono una fragranza pura e e concentrata di soli oli essenziali puri. Tuttavia il consumo è molto più veloce ed è meglio usare un timer per evitare che l’olio si consumi troppo velocemente.

Il principio è lo stesso dei diffusori ad ultrasuoni, ovvero, una microscopica “rottura” dei legami che tengono unite le molecole aromatiche che di conseguenza si disperderanno più facilmente nella stanza.

Non contenendo acqua però, non ci sarà una umidificazione dell’aria e quindi si avranno minori benefici per la salute mantenendo secche le vie respiratorie.

Come Funziona?


1. Scientificamente, i nebulizzatori di aromi essenziali sfruttano il “Principio di Bernoulli” (quello che fa volare gli aerei o far andare avanti le barche a vela)
2. Una corrente d’aria è veicolata attraverso un piccoli tubicino. La velocità dell’aria aumenta mentre la pressione diminuisce
3. La differenza di pressione crea una specie di aspirazione che permette all’olio essenziale, all’interno di un canale in vetro, di salire in alto.
4. Quando l’olio sale, un getto di aria pressurizzata soffia verso l’olio causandone la scissione in più piccole particelle volatili, che andranno a riempire un’altro contenitore in vetro.
5. Queste particelle, estremamente volatili, continuano a risalire fino ad uscire dal contenitore di vetro, venendo cosi rilasciate nell’aria circostante.
6. Le particelle che rimangono nella contenitore in vetro ricominceranno il ciclo da capo fino a che tutto l’olio non verrà consumato.

Luci e Cose

Diffusori ad Ultrasuoni e nebulizzatori a confronto


Punti in Comune

  • Entrambi non utilizzano calore per diffondere fragranze.
  • Entrambi hanno sono dispositivi elettrici a basso consumo: meno di una lampadina da 20W.

Differenze

Diffusori ad Ultrasuoni

  • Si utilizza con alcune gocce d’olio essenziale diluite in acqua.
  • Aroma più morbida e meno intensa
  • 5 funzioni in un solo dispositivo:
    • Diffusore aromi
    • Piccolo umidificatore
    • Ionizzatore d’aria
    • Purificatore
    • Luce notturna
  • Silenzioso: lavora con frequenze sonore a bassa potenza e non udibili da noi o da animali domestici.
  • Area di diffusione aroma: Media
  • Utilizzo di quantità modeste di oli essenziali e tempi di lavoro lunghi
  • Principalmente fatti di plastica, resistenti ma occorre pulirli per evitare muffe.
  • Occorre prestare attenzione al tipo di olio usato per evitare corrosioni alle parti in ceramica
  • Principalmente fatti di plastica, resistenti ma occorre pulirli per evitare muffe.
  • Occorre prestare attenzione al tipo di olio usato per evitare corrosioni alle parti in ceramica
  • Prezzi più abbordabili
  • Facile da usare e pulire. Funziona bene indipendentemente dalla viscosità dell’olio essenziale

Nebulizzatore

  • Si usa senza acqua, soltanto oli essenziali puri non diluiti.
  • Aroma più forte e marcata.
  • Solo diffusore di aromi.
  • Più rumoroso per via della pompe di pressurizzazione dell’aria.
  • Area di diffusione aroma: ampia.
  • Maggior utilizzo di oli essenziali per  tempi di lavoro ridotti.
  • Fatto in vetro, legno e ceramica . Occorre usarlo con alcune precauzioni in presenza di bambini e animali domestici.
  • Più costoso.
  • Necessaria una frequente pulizia e non può essere usato con oli particolarmente spessi e viscosi.
Luci e Cose

Altre tipologie di diffusori


Evaporatori

Questi tipi di diffusori riscaldano la miscela di oli essenziali, fono a farla evaporare nell’aria.
Possono essere elettrici, a candela o lampade catalitiche.
Generalmente sono una opzione più economica rispetto agli altri tipi di diffusori, giusto per avere la funzionalità di base, cioè disperdere nell’aria aromi, tuttavia, usare il calore, può cambiare le caratteristiche delle molecole degli oli, limitandone i benefici che si possono avere per il proprio benessere.

Inoltre ,utilizzando calore per diffondere il le essenze, riscaldando l’acqua, e possono essere pericolosi ad esempio per bambini senza una supervisione di un adulto.

Lampade catalitiche

Questa tipologia di profumatori d’ambiente funziona attraverso una combustione senza fiamma, possibile grazie ai componenti che la formano: Stoppino, pietra porosa e contenitore di olio essenziale.

Si accende una fiamma, che si spegne dopo poco, per riscaldare la pietra attraverso il quale passa lo stoppino imbevuto negli oli essenziali.
Dopo l’esaurimento della fiamma, la pietra rimane attiva e riscaldando le molecole aromatiche ne facilita la dispersione nell’aria.
Questo processo è noto come diffusione attraverso combustione catalitica.
L’assenza di una fiamma diretta garantisce maggior sicurezza rispetto a diffusori con lumini o con candele profumate. Le basse temperature permettono anche di diffondere gli aromi in maniera più efficiente senza che vengano bruciate.

Luci e Cose

Se hai trovato interessante l'articolo, condividilo sui tuoi social.

Aiutaci a crescere seguendo la nostra pagina Facebook o il nostro profilo Instagram

Fonti e riferimenti
0